L’importanza del coming out di Ellen 20 anni dopo

Il 30 Aprile 1997 il panorama televisivo cambiava per sempre. Due settimane dopo la famosissima copertina del Time, il personaggio di Ellen Morgan della sitcom “Ellen” interpretato da Ellen Degeneres annunciava al mondo che era gay.

La Sitcom “Ellen” doveva concludersi alla quarta stagione, ma dopo il coming out si decise di rinnovare per un’altra stagione e poi venne cancellato. Al coming out telefilmico, Ellen ricevette minacce di morte (oltre ad un allarme bomba agli studios), gli sponsor si ritirarono, da ogni parte arrivavano insulti omofobi. La ABC ha trasmesso tutti gli episodi della quinta stagione con un avvertimento per contenuti sensibili.
Tra gli sponsor che si ritirarono ci fu anche JCPenney, una catena di abbigliamento. Ironicamente nel 2012 Ellen ne diventò la portavoce.

L’episodio “The Puppy Episode” arrivò a 42 milioni di spettatori, vinse due Emmy, un Peabody Award e fu riconosciuto con un GLAAD Award.
Il coming out di Ellen rovinò per anni la carriera di Ellen (“The Ellen Show” fu cancellato dopo una sola stagione e passarono anni prima che tornasse al successo con “The Ellen DeGeneres Show”), ma anche quella di Laura Dern che nell’episodio interpretava Susan, cioè la persona di cui Ellen sostanzialmente si innamora e che la spinge a fare coming out. Laura Dern non lavorò per un anno e mezzo dopo la messa in onda di “The Puppy Episode”.
Anche Oprah Winfrey, che appare nell’episodio come la terapista di Ellen, ricevette una buona dose di commenti pieni d’odio.

Di strada in vent’anni ne è stata fatta parecchia, ma Ellen Morgan (e in seconda linea Ellen DeGeneres) è stata la prima protagonista della comunità lgbtq+ e ancora oggi è una delle poche. Ellen non è stato un personaggio macchietta definito dagli stereotipi come molti furono prima di lei (e anche dopo).

“It’s easy to forget now, when we’ve come so far just how much courage was required for Ellen to come out… What an incredible burden that was to bear. To risk your career like that. People don’t do that very often.” – Barack Obama

Piccole Curiosità

  • L’episodio del coming out si chiama “The Puppy Episode” per due motivi. Da una parte si voleva tenere la trama dell’episodio segreta, dall’altra fu una specie di “Fuck You” ai dirigenti che dissero che Ellen non aveva bisogno di fare coming out né di avere un partner nella serie tv (single per quattro anni di telefilm: un record) bastava darle un “cagnolino”.
  • Nel 2002 aprì il sito AfterEllen, un sito dedicato alle donne queer nei media. Il nome è ovviamente una citazione ad Ellen
  • Del coming out di Ellen ne parlarono anche in Italia. Nel 1997 avevo 10 anni. Ricordo un servizio al telegiornale su Ellen.

Il mondo è un posto migliore oggi anche per quell’atto di coraggio di vent’anni fa. Grazie, Ellen.

The following two tabs change content below.

Acrossnowhere

Genova a Acrossnowhere
Nel 1999 mi hanno regalato un computer e una connessione ad internet e la mia vita è cambiata. Per lavoro mi occupo di SEO e Social Media Marketing. Nel mio tempo libero faccio la nerd e scrivo.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *