Diritti Transgender – Trans Awareness Month

Novembre è il Trans Awareness Month, un mese dedicato ai Transgender e all’identità di genere. Prima di parlare nel dettaglio di ciò che significa e dell’importanza di un mese dedicato alle persone transgender, voglio dedicare due minuti a ricapitolare le differenze tra sesso biologico, identità di genere e sessualità, cose che spesso che vengono confuse ma sono molto diverse.

Sesso, identità di genere e orientamento sessuale

Quando si parla di sesso si intende l’appartenenza biologica ad un sesso, solitamente maschile o femminile, eterminata dai cromosomi sessuali e dai nostri genitali.
E’ facile pensare che ci siano solo due sessi, ma pensando solo al sesso maschile e al sesso femminile ci dimentichiamo che in realtà le cose sono più complicate.
Ci sono persone interesex, ovvero persone che hanno caratteristiche maschili e femminili. E non possiamo dimenticarci le persone che nascono con tre cromosomi sessuali diversi: XXY o XYY.

Il nostro sesso biologico comunque potrebbe non corrispondere con la nostra identità di genere. Wikipedia fa corrispondere il termine “identità di genere” a “disforia di genere”, ma non la trovo una definizio esatta né completa.
L’identità di genere, in breve, è quello che ci sentiamo dentro.

Per esempio io sono nata femmina (cromosoma XX) e mi sento una donna: questo fa di me una persona cisgender. Il mio sesso e la mia identità di genere corrispondono.
Ci sono invece persone che si identificano nel genere opposto al loro sesso biologico: i transgender, solitamente definiti MTF (Male to Female) o FTM (Female to Male).
Ci sono poi persone che si definiscono bigender (entrambi i generi), agender (nessun genere), bigender (due generi), genderfluid e genderqueer (fluidi con i generi).
E’ un discorso molto complicato, me ne rendo conto e, come cisgender, posso solo cercare di spiegarlo, perché non posso capire fino in fondo cosa si prova.

A questo punto dobbiamo parlare dell’orientamento sessuale. Il sesso e l’identità sessuale servono a capire chi siamo, mentre l’orientamento sessuale è chi ci piace. Tra i vari orientamenti sessuali possiamo ricordare

  • Eterosessuale – Persona attratta da persone del sesso opposto
  • Omosessuale – Persona attratta da persona del suo stesso sesso
  • Bisessuale – Persona attratta da persone del sesso opposto e da persone del suo stesso sesso
  • Pansessuale – Persona attratta da persone di ogni sesso
  • Demisessuale – Persone che provano attrazione verso un’altra persona solo quando c’è un forte legame emotivo
  • Asessuale – Persone che non provano attrazione (a loro volta si possono dividere in romantic e aromantic)
  • Queer – Termine ombrello che può indicare qualcuno che non è eterosessuale

E’ bene ricordare che comunque la sessualità è fluida e può cambiare nel corso del tempo e delle circostanze. Per spiegarvi meglio vi propongo la scala di Kinsey, che è stato uno dei primi sistemi di classificazioni dell’orientamento sessuale: è un po’ antica oggi, ma da un’idea sul fatto che in materia sesso niente è bianco e nero.

La Scala di Kinsey

L’importanza del Trans Awareness Month

Negli ultimi anni, complici anche telefilm come Orange is the new black e Transparent, si sta parlando moltissimo di Transgender e questo è molto importante, perché la transfobia fa vittime.

La violenza contro le persona transgender è documentata, in Italia in particolar modo i dati sono scoraggianti. Inoltre moltissime persone transgender hanno tentato o hanno pensato al suicidio: con un’incidenza superiore di dieci volte a quella dei cisgender. Per maggiori informazioni e numeri, vi rimando a TrueNumbers
Senza contare che molte persone transgender vengono cacciate (o scappano) di casa, moltissime non trovano lavoro e sono costrette alla prostituzione.

Nonostante i passi in avanti che si sono fatti per i diritti LGBTQ+, la transfobia è ancora un grosso problema. Iniziative come il Trans Awareness Month ci permettono di parlare di questi problemi e di affrontarli. La transfobia, così come l’omofobia, non può essere accettabile.

Persone Transgender che dovreste conoscere

Il Trans Awareness Month è anche un’occasione per conoscere e celebrare le persone che appartengono alla comunità transgender, quindi ecco alcune persone che dovreste conoscere assolutamente.

  • Sylvia Rivera & Marsha P. Johnson – Furono le leader dei Moti di Stonewall, una dei momenti più importanti della storia LGBTQ
  • Eliogabalo – Imperatore romano, ebbe cinque moglie e due mariti e viene definito dagli storici “genderfluid”, visto che si vestiva e truccava da donna
  • Alan L. Hart – Radiologo, scrittore e uno dei massimi esperti di tubercolosi, nacque nel 1890 come Alan Lucille Hart.
  • Billy Tipton – Musicista jazz.
  • Angela Morley – Compositrice. Durante la sua carriera si è guadagnata due nomination agli oscar.
  • Laverne Cox – Attrice, amatissima Sophia in Orange is the new black
  • Lana Wachowski e Lilly Wachowski – Le due sorelle Wachoski sono le menti dietro a Matrix
  • Lynn Conway – Una delle pionieri del computer
  • Alexis Arquette – Recentemente mancata, Alexis Arquette è stata una delle prime attrici a fare pubblicamente la transizione
  • Chris Mosier – Atleta olimpico
  • Caterina Vizzani – Due libri seguono le avventure di Caterina Vizzani. “La vita a rovescio” di Simona Baldelli e “Storia di Caterina che per ott’anni vestì abiti da uomo”. Non sappiamo se Caterina fosse transgender o avesse messo i panni da uomo per comodità, ma ho letto “Storia di Caterina” e lo trovo una lettura interessante

The following two tabs change content below.

Acrossnowhere

Genova a Acrossnowhere
Nel 1999 mi hanno regalato un computer e una connessione ad internet e la mia vita è cambiata. Per lavoro mi occupo di SEO e Social Media Marketing. Nel mio tempo libero faccio la nerd e scrivo.
Acrossnowhere

Nel 1999 mi hanno regalato un computer e una connessione ad internet e la mia vita è cambiata. Per lavoro mi occupo di SEO e Social Media Marketing. Nel mio tempo libero faccio la nerd e scrivo.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *