Il Caso Emma Watson – Capire il Femminismo

Recentemente molte persone hanno criticato Emma Watson per un servizio fotografico apparso su Vanity Fair. In una delle foto in questione si intravede il seno della ragazza. In molti si sono chiesti il perché di questa decisione. “Non era una femminista?” è stata la domanda che in molti si sono fatti, dimostrando di non aver assolutamente capito cos’è il femminismo.

Cos’è il femminismo?

Il femminismo è la richiesta di uguaglianza giuridica, economica e sociale dei e tra i sessi. Se credete nell’uguaglianza dei sessi, congratulazioni! Siete femministe/i!
Per completezza di informazioni riporto anche la definizione della Treccani.

“Movimento di rivendicazione dei diritti economici, civili e politici delle donne; in senso più generale, insieme delle teorie che criticano la condizione tradizionale della donna e propongono nuove relazioni tra i generi nella sfera privata e una diversa collocazione sociale in quella pubblica.”

Il caso Emma Watson

Emma Watson potrebbe apparire completamente nuda su Vanity Fair e sarebbe senza ombra di dubbio una femminista. Perché il femminismo non è bruciare reggiseni ed evitare di depilarsi, ma è (anche) la facoltà di poter fare ciò che si vuole del proprio corpo.
So che questo caso ha creato scompiglio, perché molti paragonano la situazione di Emma Watson con altre che in realtà c’entrano ben poco.

Obbiezione 1 – L’oggettificazione delle donne

L’oggettificazione delle donne nei media esiste. Le donne vengono spesso trattate come oggetti sessuali nei media.
Non si può però definire la foto di Emma Watson come un’oggettificazione sessuale per due motivi.

    • Ad avere il controllo in questo caso è Emma Watson stessa. Se è vero che fa parte la foto fa parte di un photoshoot di Vanity Fair, è ovvio pensare che sia la stessa attrice ad aver avuto l’ultima parola sulle foto
    • Il photoshoot di Vanity Fair semplicemente non è oggettificazione. Una foto può essere sexy e sensuale senza oggettificare una donna. Ci sono anche foto di nudo che sono arte. C’è una chiara distinzione.
Oggettificazione della donna - Tom Ford

Questo è un tipico esempio di oggettificazione del corpo femminile. Il corpo della donna, di cui non vediamo il volto, è usato per sponsorizzare un oggetto dedicato al pubblico maschile

Obbiezione 2 – Sono come le foto rubate

Qualche tempo fa qualcuno rubò le foto personali di Jennifer Lawrence e le condivise con il web. Emma Watson in quell’occasione condannò il gesto e confessò che spesso le arrivavano messaggi di persone che minacciavano di condividere le sue foto di nudo (che non esistono, come ha più volte sottolineato). Mi sembra impossibile che ci sia un paragone tra la situazione delle foto rubate a Jennifer Lawrence. Le foto di Jennifer Lawrence erano private e sono state rubate e condivise senza il suo consenso. Emma Watson ha deciso di prendere parte ad un photoshoot per una rivista: è un’azione attiva.

Obbiezione 3 – Perdita di credibilità

Qualcuno ha detto che adesso che Emma Watson è apparsa mezza nuda sui giornali non è più credibile. “Nessuno mi prende sul serio. Ecco, guardate le mie tet*e”!”. Qualcun altro ha detto che l’ha fatto per far parlare di sè.
Emma Watson negli anni ha più volte dimostrato di essere una ragazza molto in gamba. E’ sempre stata la prima della classe, ha frequentato alcune delle università più prestigiose del mondo, si è sempre espressa con saggezza e intelligenza nelle interviste. Il fatto che sia apparsa mezza nuda su una rivista non cancella tutto ciò che ha fatto e detto.
Senza contare che Emma Watson non ha bisogno di una foto per far parlare di sè. Ogni cosa che fa le garantisce decine e decine di articoli su ogni dove.

Per finire la mia tirata vorrei ricordarvi una cosa. Il giorno in cui Emma Watson ha compiuto diciotto anni i paparazzi stavano sdraiati in terra per fotografarla sotto la gonna perché era appena diventata “legale”. Emma Watson è libera, come ogni donna, di poter esplorare la sua sessualità nel modo che più preferisce e le altre persone sono libere di farsi un piatto di cavoli propri.

“Feminism is about giving women choice. Feminism is not a stick with which to beat other women with. It’s about freedom, it’s about liberation, it’s about equality.” – Emma Watson

The following two tabs change content below.

Acrossnowhere

Genova a Acrossnowhere
Nel 1999 mi hanno regalato un computer e una connessione ad internet e la mia vita è cambiata. Per lavoro mi occupo di SEO e Social Media Marketing. Nel mio tempo libero faccio la nerd e scrivo.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *